Close
3493146812 info@psichesinergia.it
Diagnosi e trattamento ADHD

Condividi

Diagnosi e trattamento ADHD

Il “Disturbo da iperattività e deficit di attenzione”, conosciuto meglio con la sigla ADHD, è un disturbo complesso dell’età evolutiva ma che continua anche in età adulta. Si manifesta come una difficoltà del bambino nel mantenere l’attenzione e la concentrazione e nel controllare gli impulsi.

Il bambino ha una vera e propria difficoltà nel regolare il proprio comportamento in funzione del tempo, degli obiettivi da raggiungere e delle richieste dell’ambiente che non dipende dalla “vivacità”, dal temperamento o dall’educazione in famiglia. Il bambino e la bambina con ADHD hanno una capacità attentiva che permette loro di prestare attenzione a più stimoli contemporaneamente, ma trovano difficoltà a seguire le richieste di un compito senza distrarsi per il periodo di tempo necessario all’esecuzione dello stesso.

È fondamentale un’attenta e accurata valutazione diagnostica funzionale al fine di distinguere il Disturbo di Attenzione/Iperattività da altre caratteristiche individuali e temperamentali del bambino o da difficoltà emotive, da disturbi della condotta e da disturbi d’ansia. La valutazione, così come il trattamento, coinvolgono sia la famiglia che la scuola attraverso interviste cliniche psico-sociali al fine di far emergere le difficolta del bambino in contesti diversi, informazioni indispensabili per individuare un piano terapeutico riabilitativo.

L’ADHD rientra tra i BES – Bisogni Educativi Speciali, categoria che raggruppa (Direttiva Ministeriale del 27/12/12):

  • la disabilità (tutelata dalla legge 104/92 e dalla possibilità del sostegno)
  • i disturbi specifici di apprendimento (già tutelati dalla legge 170/2010) e/o disturbi evolutivi specifici, tra cui ADHD
  • condizioni di svantaggio socio-economico, linguistico o culturale

Il trattamento coinvolge sia il bambino che il sistema familiare e mira al recupero di abilità di autocontrollo e gestione degli impulsi, a fornire in generale strategie efficaci per affrontare le difficoltà, ad apprendere abilità sociali e aumentare la motivazione, a prevenire disagi relazionali ed emotivi.

La diagnosi consegnata alla scuola è fondamentale per la redazione del PEI, il Piano Educativo Individualizzato che chiarisce gli obiettivi e le modalità che saranno richieste al bambino sulla base delle sue caratteristiche.

 

Aspetti fiscali e normativi:

Se il quadro clinico è significativo – anche per la presenza di altre patologie – è possibile richiedere il riconoscimento della legge 104/92 sull’invalidità, che permette agevolazioni fiscali per la famiglia e l’assegnazione dell’insegnante di sostegno per il bambino.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Phone: 3493146812
Baldo degli Ubaldi, Roma